Pubblicato il Lascia un commento

DPCM 5 GENNAIO 22 – MEZZO SECOLO DI VITA ( anteprima)

Per chi ha superato il mezzo secolo di vita, occhio alle nuove regole previste dal DPCM del 5 gennaio 2022, in via di pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale.

Vediamo di capire a cosa portare attenzione:

Per i cinquantenni che non ottempereranno all’obbligo vaccinale è prevista una sanzione amministrativa di 100 euro che sarà erogata in automatico dall’Agenzia delle Entrate attraverso l’incrocio dei dati identificativi e quelli sanitari. Per consentire a chi deve ancora vaccinarsi di prenotare la somministrazione del vaccino, il termine previsto per attivare le multe sarà il primo febbraio 2022, dato che la certificazione acquista validità dopo 14 giorni dall’avvenuta vaccinazione.
Per coloro che, avendo compiuto i 50 anni, risultano guariti dal Covid, l’obbligo vaccinale scatterà alla scadenza del Green Pass valido sei mesi dal tampone negativo che certifica la guarigione .
Sempre per gli over 50 che si recheranno al lavoro senza Super Green Pass, la sanzione prevista in relazione all’obbligo è una multa da 600 euro a 1500 euro, come in precedenza per alcune categorie professionali.
Per cinquantenni e non, dal 10 gennaio occorrerà un green pass rafforzato per accedere a: mezzi di trasporto pubblico, impianti di risalita, palestre, piscine, centri sportivi, centri benessere e terme (per servizi non sanitari), musei, biblioteche, alberghi, fiere, convegni, congressi, sale giochi, parchi divertimento, stadi, palazzetti sportivi, matrimoni altre feste civili o religiose, centri culturali, sociali o ricreativi.
È inoltre già richiesto il super green pass per cinema e teatri (ma con divieto di consumare cibi o bevande), sale da concerti o con musica live al chiuso (sospese, invece, le attività di discoteche e concerti all’aperto). Mentre prima vigeva l’obbligo di super green pass per bar e ristoranti al chiuso, si estenderà anche a quelli all’aperto e alle consumazioni al banco.
Ricordiamo che per accedere ai servizi alla persona (parrucchiere, estetista, barbiere), a partire dal 20 gennaio basterà il green pass base (tampone rapido o molecolare negativo). Stessa cosa varrà per banche, poste, uffici pubblici, negozi, centri commerciali, ma a partire dal 1 febbraio.

Per maggiori informazioni o per i riferimenti normativi consultare il proprio abbonamento dove sono state inserite ulteriori precisazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.