Pubblicato il Lascia un commento

DPCM – E’ meglio avere dubbi che certezze

E’ MEGLIO AVERE DUBBI CHE FALSE CERTEZZE Recitava Pirandello

Ma Pirandello era uno scrittore spesso pungente, estremamente sagace e piacevole nella lettura.
Qui si parla di normative e , ricordando gli studi universitari, i dubbi non dovrebbero esserci in normativa. Se ci sono qualcosa non gira nel verso giusto.

La letteratura è cosi bella: dà adito a fantasie e crea mondi magici . I decreti non dovrebbero farlo . I decreti si sa, sono noiosi . Se non lo fossero non sarebbero noiosi e sarebbero romanzi avvincenti .

Noi abbiamo un dubbio, non derivante da Pirandello ma da un decreto .
Il dubbio è questo: ha ragione il sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri o ha ragione il decreto?

Dubbio amletico.

Narrazione del dubbio:

Sulla pagina del sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri dedicata a Covid-19, domande frequenti e tabella delle attività consentite, troviamo la tabella della quale pubblichiamo un estratto che indica quanto segue:

Dalla lettura della stessa sembrerebbe evincersi che l’accesso ai servizi alla persona sia libero, senza dover mostrare un green pass “base” o “rinforzato”.

Dalla lettura del DPCM del 5 gennaio 2022, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il giorno 7 gennaio e i vigore al giorno seguente, si evince, invece, il seguente punto:

……
Art. 3.
Estensione dell’impiego delle certificazioni verdi COVID-19
1. Al decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 giugno 2021, n. 87, sono apportate le seguenti modificazioni:
a) all’articolo 9-bis:
1) dopo il comma 1 sono inseriti i seguenti:
«1-bis. Fino al 31 marzo 2022, è consentito esclusivamente ai soggetti in possesso di una delle certificazioni verdi COVID-19, di cui all’articolo 9, comma 2, l’accesso ai seguenti servizi e attività̀, nell’ambito del territorio nazionale:
a) servizi alla persona;
…..

Quindi chi ha ragione in questa singolar tenzone al dubbio ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.