Pubblicato il Lascia un commento

IL LAVORO OCCASIONALE E LE COMUNICAZIONI

Il lavoro occasionale è sempre stato agli occhi di molti la soluzione ad ogni tipo di male.
Senza ricorrere in assunzioni particolari o ricorrere in formalismi particolari si è sempre pensato che ricorrere alle prestazioni occasionali fosse la possibilità di risolvere tutti i problemi di gestione del personale.
“ il mio commercialista mi ha detto che posso assumerlo con il contratto occasionale”
Questa frase l’abbiamo sentita dire milioni di volte , sempre sorridendo sul fatto che nessun collega direbbe mai una cosa del genere .
Piuttosto il collega dice che , fra i vari modi di inquadrare un soggetto, c’è anche questo . Concetto differente da SOLO questo oppure questo è quello giusto .
Cosa significa OCCASIONALMENTE?
Significa che se lavora da me un soggetto tutte le mattine 1 ora per tutti i giorni della settimana è occasionale?
Oppure se lavora da me con un corso tutti i mercoledì alle 17 per una ora di corso è occasionale?
La risposta, oltre che soggettiva, sarà sempre imprecisa e l’onere della prova di dimostrare che si tratta realmente di una prestazione occasionale sarà sempre in capo dal datore di lavoro / committente. Da qui lo sconsigliare da parte nostra la pratica barbara di utilizzo indiscriminato di questo tipo di contratto.
Sulla stessa lunghezza d’onda si è messo anche il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali che ha emanato una nota pochi giorni fa, la numero 29 del 11 gennaio 2022 che dice: certo che puoi ricorrere al lavoro occasionale, ma ogni giorno mi fai una comunicazione della presenza del soggetto da te cosi vediamo se è occasionale veramente oppure tanto occasionale non è.
L’obbligo della comunicazione è stato introdotto dall’articolo 13 del Decreto Legge 21 ottobre 2021, n. 146, convertito con modificazioni in Legge 17 dicembre 2021, n. 215.
In attesa dell’integrazione degli applicativi in uso presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, la comunicazione andrà eseguita attraverso l’invio di un’email allo specifico indirizzo di posta elettronica ordinaria che sarà messo a disposizione da ciascun Ispettorato Territoriale del Lavoro competente per territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *